ASCOLTA LE STORIE
Campagna promossa da
Side Image 1
Con il patrocinio di
Side Image 2
Con il sostegno non condizionante di
Side Image 3
TELOCHIEDONOLEOSSA è un invito all’ascolto e alla
sensibilizzazione sull’importanza di prevenire le complicanze scheletriche in pazienti con tumore al seno o alla prostata con metastasi ossee.

Per iniziare oggi a prendersi cura delle proprie ossa, far sì che possano continuare a sostenerci anche in futuro.
Scarica Brochure
Campagna promossa da
Side Image 1
Con il patrocinio di
Side Image 2
Con il sostegno non condizionante di
Side Image 3
GLI SPECIALISTI CHE COLLABORANO
Prof.ssa Stefania Gori

Presidente Rete Oncologia Pazienti Italia – ROPI e Presidente Fondazione AIOM

Dott. Giuseppe Procopio

Responsabile S.S. Oncologia Medica Genitourinaria dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano

TUMORE METASTASICO AL SENO
TUMORE METASTASICO ALLA PROSTATA
  • CHE COSA TI CHIEDONO LE OSSA?
    DI PRENDERTI CURA DELLA LORO SALUTE, PERCHÉ CONTINUINO AD ESSERE UN SOLIDO SOSTEGNO
    LE METASTASI OSSEE RIGUARDANO CIRCA 7 DONNE SU 10 CON CARCINOMA MAMMARIO AVANZATO
    Si stima che il 65-75% delle donne che hanno una recidiva a distanza di carcinoma mammario sviluppi metastasi ossee.1
    Fonti:
    1. AIOM. Linee Guida: Trattamento delle metastasi ossee. Edizione 2019
  • CHE COSA TI CHIEDONO LE OSSA?
    DI NON DIMENTICARTI DI LORO, PERCHÉ ANCHE SE SILENTI HANNO BISOGNO DI TE
    LE METASTASI OSSEE POSSONO ESSERE UN NEMICO SILENZIOSO
    Se nel 75% dei casi le metastasi ossee sono responsabili di una serie di complicanze scheletriche e sono accompagnate dalla comparsa di dolore e/o altri sintomi, 1 paziente su 4 con tumore solido metastatico rimane asintomatico per un lungo periodo, ma questo non esclude la comparsa delle complicanze caratteristiche di questo tipo di metastasi.1
    Fonti:
    1. AIOM. Le metastasi ossee. Informazioni per i pazienti. Edizione 2015.
  • CHE COSA TI CHIEDONO LE OSSA?
    DI AGIRE IL PRIMA POSSIBILE: LA PREVENZIONE È PER IL BENE DI ENTRAMBE
    LO SAPEVI CHE IL RISCHIO DI COMPLICANZE AUMENTA NEL TEMPO?
    In assenza di una terapia specifica per l’osso, entro un anno dalla diagnosi di metastasi ossea circa 4 donne su 10 con tumore al seno sviluppano una complicanza scheletrica.1
    Per questo motivo, come sottolineato anche dalle linee guida AIOM, è fondamentale iniziare il prima possibile una terapia preventiva e mirata contro l’insorgenza di queste complicanze.2
    Fonti:
    1. Bhowmik D, et al. Curr Med Res Opin. 2019 Mar;35(3):513-523.
    2. AIOM. Linee Guida: Trattamento delle metastasi ossee. Edizione2019.
  • CHE COSA TI CHIEDONO LE OSSA?
    DI DARE LORO L’IMPORTANZA CHE SI MERITANO, È PER IL TUO BENESSERE
    FINO A 7 DONNE SU 10 CON TUMORE AL SENO DICHIARA DI AVER AVUTO UNA UNA RIDUZIONE DELLA QUALITÀ DI VITA A CAUSA DELLE CONSEGUENZE DELLE METASTASI OSSEE1
    ma trattamenti specifici per le metastasi ossee hanno dimostrato di migliorare la qualità di vita in modo clinicamente rilevante.1
    Fonti:
    Barnadas A, et al. J Patient Rep Outcomes. 2019 Dec 21;3(1):72.
  • CHE COSA TI CHIEDONO LE OSSA?
    DI NON FERMARTI DI FRONTE ALLA DIAGNOSI, CI SONO TANTE SOLUZIONI IN GRADO DI CONTRASTARE I DANNI DELLE METASTASI
    APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE AL TRATTAMENTO DELLE LESIONI METASTATICHE ALL’OSSO1
    Obiettivi1
    Prevenire/ritardare la comparsa delle complicanze scheletriche
    Controllare il dolore
    • Mantenere una buona qualità di vita
    Preservare la funzione articolare

    Terapie disponibili1
    Terapia farmacologica a base di bisfosfonati o anticorpo monoclonale anti RANKL
    Chirurgia
    Radioterapia
    Nuove terapie locoregionali
    Fonti:
    AIOM. Linee Guida: Trattamento delle metastasi ossee. Edizione 2019.
  • CHE COSA TI CHIEDONO LE OSSA?
    DI PRENDERTI CURA DELLA LORO SALUTE, PERCHÉ CONTINUINO AD ESSERE UN SOLIDO SOSTEGNO
    LE METASTASI OSSEE RIGUARDANO CIRCA 8 UOMINI SU 10 CON CARCINOMA PROSTATICO AVANZATO
    Si stima che oltre l’80% degli uomini che hanno una recidiva a distanza di carcinoma della prostata sviluppi metastasi ossee.1
    Fonti:
    1. AIOM. Linee Guida: Trattamento delle metastasi ossee. Edizione 2019.
  • CHE COSA TI CHIEDONO LE OSSA?
    DI NON DIMENTICARTI DI LORO, PERCHÉ ANCHE SE SILENTI HANNO BISOGNO DI TE
    LE METASTASI OSSEE POSSONO ESSERE UN NEMICO SILENZIOSO
    Se nel 75% dei casi le metastasi ossee sono responsabili di una serie di complicanze scheletriche e sono accompagnate dalla comparsa di dolore e/o altri sintomi, 1 paziente su 4 con tumore solido metastatico rimane asintomatico per un lungo periodo, ma questo non esclude la comparsa delle complicanze caratteristiche di questo tipo di metastasi.1
    Fonti:
    1. AIOM. Le metastasi ossee. Informazioni per i pazienti. Edizione 2015.
  • CHE COSA TI CHIEDONO LE OSSA?
    DI AGIRE IL PRIMA POSSIBILE: LA PREVENZIONE È PER IL BENE DI ENTRAMBI
    LO SAPEVI CHE IL RISCHIO DI COMPLICANZE AUMENTA NEL TEMPO?
    In assenza di una terapia specifica per l’osso, entro un anno dalla diagnosi di metastasi ossea circa 1 paziente su 3 con tumore alla prostata sviluppa una complicanza scheletrica.1 Per questo motivo, come sottolineato anche dalle linee guida AIOM, è fondamentale iniziare il prima possibile una terapia preventiva e mirata contro l’insorgenza di queste complicanze.2
    Fonti:
    1. Bhowmik D, et al. Curr Med Res Opin. 2019 Mar;35(3):513-523.
    2. AIOM. Linee Guida: Trattamento delle metastasi ossee. Edizione 2019.
  • CHE COSA TI CHIEDONO LE OSSA?
    DI DARE LORO L’IMPORTANZA CHE SI MERITANO, È PER IL TUO BENESSERE
    CIRCA 5 PERSONE SU 10 CON TUMORI SOLIDI E METASTASI OSSEE
    SOFFRE DI DOLORE MODERATO O GRAVE,
    SINTOMO CHE HA UN IMPATTO NEGATIVO SULLA QUALITÀ DI VITA,
    LE ATTIVITÀ QUOTIDIANE E LA SFERA EMOTIVA1
    ma trattamenti specifici per le metastasi ossee hanno dimostrato di migliorare la qualità di vita in modo clinicamente rilevante.1
    Fonti:
    1. von Moos R, et al. Support Care Cancer. 2013;21(12):3497-507.
  • CHE COSA TI CHIEDONO LE OSSA?
    DI NON FERMARTI DI FRONTE ALLA DIAGNOSI, CI SONO TANTE SOLUZIONI IN GRADO DI CONTRASTARE I DANNI DELLE METASTASI
    APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE AL TRATTAMENTO DELLE LESIONI METASTATICHE ALL’OSSO1
    Obiettivi1
    Prevenire/ritardare la comparsa delle complicanze scheletriche
    Controllare il dolore
    • Mantenere una buona qualità di vita
    Preservare la funzione articolare

    Terapie disponibili1
    Terapia farmacologica a base di bisfosfonati o anticorpo monoclonale anti RANKL
    Chirurgia
    Radioterapia
    Nuove terapie locoregionali
    Fonti:
    1. AIOM. Linee Guida: Trattamento delle metastasi ossee. Edizione 2019.