CHE COSA TI CHIEDONO LE OSSA?
Di dare loro l’importanza che si meritano, è per il tuo benessere
FINO A 7 DONNE SU 10 CON TUMORE AL SENO DICHIARA DI AVER AVUTO UNA UNA RIDUZIONE DELLA QUALITÀ DI VITA A CAUSA DELLE CONSEGUENZE DELLE METASTASI OSSEE1
ma trattamenti specifici per le metastasi ossee hanno dimostrato di migliorare la qualità di vita in modo clinicamente rilevante.1
Fonte:
Barnadas A, et al. J Patient Rep Outcomes. 2019 Dec 21;3(1):72.

Nel corso degli ultimi anni il miglioramento delle terapie oncologiche ha prolungato la sopravvivenza delle donne con tumore al seno. Per questo la qualità di vita, misurata tramite specifici questionari, è oggi un aspetto rilevante per medici e pazienti, ma anche un parametro importante per misurare il successo delle terapie.1

Si stima che il 50-70% delle donne con tumore al seno metastatico alle ossa vada incontro, nel corso del tempo, a un deterioramento significativo della qualità di vita proprio a causa delle conseguenze delle metastasi scheletriche.1 Per questo motivo, come sottolineato dalle linee guida AIOM, uno dei principali obiettivi del trattamento delle metastasi ossee è proprio quello di garantire il mantenimento di una qualità di vita migliore possibile.2

QUAL È L’IMPATTO DELLE METASTASI OSSEE SULLA VITA DELLE DONNE AFFETTE DA TUMORE AL SENO?

Diverse ricerche hanno dimostrato che il dolore e le altre complicanze peggiorano in modo significativo la qualità di vita delle donne con tumore al seno metastatico, oltre ad avere un impatto socio-economico.1-3

IMPATTO FISICO
DELLE METASTASI OSSEE
Riduzione dell’autonomia nello svolgere le attività quotidiane e ricreative.
Riduzione dell’autonomia nella cura di sè.
IMPATTO PSICOLOGICO
DELLE METASTASI OSSEE
Peggioramento dello stato psico-emotivo.
Attuazione di strategie per evitare situazioni e attività che aggravano il dolore.
IMPATTO SOCIO-ECONOMICO
DELLE METASTASI OSSEE
Riduzione dell’autonomia nello svolgere le attività lavorative.
Maggiore utilizzo delle risorse sanitarie.
COME RIDURRE L’IMPATTO DELLE METASTASI OSSEE SULLA VITA DELLE DONNE AFFETTE DA TUMORE AL SENO?

Come sottolineato dalle linee guida AIOM, oltre a ottenere il controllo della lesione metastatica è importante che il trattamento delle metastasi ossee sia orientato a:2,3

  • controllare il dolore;
  • preservare o ripristinare la funzione articolare;
  • prevenire o curare le complicanze scheletriche, quali fratture patologiche, compromissione midollare spinale e ipercalcemia.

Tale approccio ha l’obiettivo di garantire alle donne con tumore al seno metastatico il mantenimento di una qualità di vita migliore possibile.2,3

In quest’ottica, le terapie mirate per la gestione delle metastasi ossee hanno dimostrato di:2,3

Ridurre il dolore osseo.
Ridurre il rischio di complicanze scheletriche.
Ritardare il tempo alla comparsa della prima eventuale complicanza e delle altre successive complicanze.
Migliorare complessivamente la qualità di vita.

Anche sul piano della qualità di vita, quindi, è fondamentale identificare precocemente la presenza di metastasi ossee e iniziare il prima possibile una terapia adeguata con bisfosfonati o con terapia target.2

IN SINTESI:

L’aspettativa di vita delle donne con tumore al seno è oggi sensibilmente aumentata e, di conseguenza, la qualità di vita è divenuta una tematica centrale per medici e pazienti.1

Tuttavia, fino a 7 donne su 10 con tumore al seno metastatico dichiara di aver avuto una riduzione della qualità di vita a causa delle conseguenze delle metastasi ossee.1

Il dolore e le complicanze scheletriche correlate alla comparsa di metastasi ossee peggiorano in modo significativo la qualità di vita delle donne con tumore al seno metastatico, oltre ad avere un impatto socio-economico negativo.2,3

Identificare e trattare precocemente le metastasi ossee con terapie adeguate permette di ridurre il dolore e il rischio di complicanze scheletriche, ritardandone la comparsa e migliorando complessivamente la qualità di vita.2,3

Fonti:
1. Barnadas A, et al. J Patient Rep Outcomes. 2019;3(1):72.
2. AIOM. Linee Guida: Trattamento delle metastasi ossee. Edizione 2019.
3. AIOM. Le metastasi ossee. Informazioni per i pazienti. Edizione 2015.