SENTIRSI LEGGERA, NONOSTANTE IL DOLORE.

Solo quando nuoto sento il mio corpo leggero. Fuori dall’acqua sopporto, con mio grande stupore, la pesantezza di una vita piena di ostacoli e dolorosi intrusi, che negli anni non hanno mai chiesto permesso e sono diventati sempre più presenti, dandomi una sola possibilità di scelta: conviverci e imparare ad ascoltarli.

Le terapie stanno portando i loro benefici, nonostante gli acciacchi, nonostante ci siano comunque i giorni in cui il dolore si fa sentire un po’ di più io non mi faccio abbattere, cerco di essere più forte, la mia fragilità non mi spaventa.”

Ho affrontato tanti e complessi interventi e l’ascolto del dolore mi ricorda che sono fortunata, che sono viva… e riesco perfino a sentirmi leggera anche fuori dall’acqua, nel mio posto preferito, tra le braccia dei miei adorati nipoti.

LE ALTRE STORIE
SCOPRI DI PIÙ SU